lunedì 17 novembre 2014

Noodles di riso saltati con Manzo e Carotine



Noodles.. ancora? 
Eh si, i noodles sono il mio comfort food per eccellenza.
"Datemi un piatto di noodles che mi riconcilio con il mondo", 
è diventato il mio motto ;-) 
E così, qualunque cosa accade, mi basta un piatto di noodles per farmi riconciliare con il mondo.


E, a proposito di cose che accadono, in questi giorni sono accadute #solocosebelle, o meglio, #troppecosebelle :-)
Siamo stati il week end scorso in Umbria e siamo tornati con una valigia carica di emozioni, 
di nuovi progetti, di belle cose.
Tra queste, i ricordi di questi paesaggi.. 
Questa regione riesce a incantarmi ogni volta.
E io, spero, di tornarci presto.
Intanto vi lascio qualche scatto ^_^


Noodles di riso saltati con manzo e carotine
(un modo anche per riciclare gli scarti di manzo)

per 2 persone

90 g di noodles di riso 
brodo vegetale (o di carne)
2 cucchiai di olio evo
1 spicco d'aglio
4 cucchiai di salsa di soia thai
1 cucchiaio di zucchero di palma
1 carotina tagliata a strisce
100 g di carne di manzo tagliata a strisce (vanno bene anche parti con grasso, nervi o scarti)


Marinare la carne con 1 cucchiaio di salsa di soia thai.
Cuocere i noodles di riso in un pentolino con il brodo (anziché con l'acqua, ma comunque senza sale. Io ho usato il brodo del bimby). Seguire le indicazioni della confezione e scolare.
Intanto, in un wok, scaldare l'olio e unire l'aglio. Aggiungere le carote a strisce e far saltare fino a cottura delle stesse. Unire la carne e, sempre a fuoco alto, continuare la cottura con 1 cucchiaio di salsa di soia. (La carne deve cuocersi bene e prendere sapore). Aggiungere i noodles scolati, amalgamare il tutto, aggiungendo lo zucchero e 2 cucchai di salsa di soia thai e spegnere subito il fuoco.
Servire con coriandolo.


Vi auguro una buona settimana con questi colori dell'autunno!


E voi.. ce l'avete il vostro comfort food

Vaty





venerdì 7 novembre 2014

Cranberry Muffin.. e i sogni che prendono forma..


Talvolta capita che si parla dei sogni come fossero delle chimere...
così lontani, impossibili, irraggiungibili.
Ma poi, capita che questi sogni, un bel giorno, ci appaiono proprio davanti a noi...
e noi rimaniamo quasi increduli.. a bocca aperta..
e non riusciamo a capacitare che quel sogno, che un tempo credevamo cosi tanto lontano,
oggi, è proprio lì, davanti a noi..  che prende forma..
E quanto è meraviglioso quando tutto ciò accade? ^_^


Questo è un post da veri sognatori, lo so.
Ma oggi sono in partenza per un week end speciale 
e non posso che continuare a sognare .. ^_^.

E non posso che essere grata per le tante cose belle che mi stanno succedendo..



A proposito di cose belle, vi ricordate l'avventura di TOP CHEF 2014 con Ventura?
 Ebbene.. sempre la stessa sociètà mi ha inviato un wonder box di cose meravigliose: frutta secca 
e questi favolosi cranberries
Io li ho usati già così:




Per 10 muffins circa


100 g di farina setacciata 
100 g di fecola di patate 
la punta di un cucchiaino di lievito 
la punta di un cucchiaino di bicarbonato 
1 pizzico di sale 
150 g di burro a temperatura ambiente 
100 g di tuorli 
150 g di zucchero di palma (altrimenti zucchero semolato) 
60 g di albumi 
cranberries q.b.


Lavorare bene con le fruste il burro ed aggiungere i tuorli, uno alla volta, e così lo zucchero. Unire la farina, il lievito, il bicarbonato ed il sale setacciati. Aggiungere infine la fecola di patate e lavorare il composto così ottenuto ancora per un minuto. Montare a neve gli albumi. Con una spatola e con movimenti dal basso verso l'alto incorporarli al composto. Spargere una manciata di cranberrries e riempire i pirottini fino a 2/3. Cuocere in forno a circa 170°c per 15 minuti, a seconda del forno e con prova stuzzicadenti per verificarne la cottura. Decorare con eventuale zucchero a velo e/o cranberries.




Vi saluto e vi ringrazio per l'immenso affetto..
Vi lascio con l'augurio che tutti voi possiate presto vedere realizzati i vostri sogni.


Buon week end a tutti.
Vaty



martedì 4 novembre 2014

Fluffosa al Matcha


Bhè, ormai la Fluffosa è la Fluffosa, cioè, la torta più soffice per eccellenza e, per me,
la torta di riferimento ogni volta che devo festeggiare un evento.

Ancora oggi, ringrazio la mia amica speciale Monica di Dolci Gusti che ha scritto la storia della nostra community delle Bloggalline proprio con questa torta:
si perchè al raduno presso il Boscolo Academyci accolse con una fluffosa in mano...
... e chi se lo scorda più? ^_^
E da lì, altro che CHIFFON CAKE, per noi questa torta è ufficialmente la Fluffosa
E così, domenica scorsa, mentre ero collegata sul gruppo facebook, sento Sofia leggere per la prima volta..
Non potete capire cosa ha pronunciato...
"BL- OG-GGHHH -LLLI -NE: bloggalline!"

E quale miglior dolce per festeggiare queste prime letture? :-)



Per la ricetta mi sono ispirata a quella della dolcissima Margherita del blog La Petite Cassarole
con piccole variazioni in termini di dosi

Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm
o uno stampo senza foro con bordi alti

6 uova bio
320 g di zucchero 
285 g di farina 00 (per me: 200g di farina di riso + 85g di maizena, versione glutenfree)
1 bustina di lievito per dolci 
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale
15 g di Matcha 

120 g di olio di semi
180 g di acqua

zucchero a velo e matcha per spolverizzare

Separate i tuorli dagli albumi.
Setacciate insieme in una grande ciotola la farina (ovvero la farina di riso+ maizena), lo zucchero, la stevia, il bicarbonato, il lievito e il matcha.
Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'acqua. 
Montate a neve ferma gli albumi.
Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati.
Versate il composto nello stampo (per me stampo da ciambella, quindi ho ben unto e infarinato) 
Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti.(per me, a 155° per 55 minuti).
Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake). sformate e spolverizzate con zucchero a velo e matcha a piacere.



Come sempre, ho rubato il setting di pittura del marito per immortalare questa torta ;-)


Poichè mi ricordavo che il matcha si abbina molto bene alle creme, come per il tiramisù al matcha (QUI) e la mousse di ricotta al matcha (QUI), dopo aver scattato queste foto, 
l'ho servita con della crema e ci ho spolverizzato altro matcha. 

La prossima volta, credo che ricoprirò tutta la torta, 
così come ha fatto Elisa di Kitty's Kitchen 
con la sua Matcha Chiffon Cake



Infine, devo ancora ammortizzare i props acquistati in Thailandia.. 
e così, oggi vi presento questi bicchierini da tè.. proprio in japanese style
acquistati alla pottery factory di Chiang Rai, vi piacciono?


Anche il sole si è innamorata di questa fluffosa :-)






Che belli questi momenti che sto vivendo con la mia piccola Sofia.
Lei ci tiene tantissimo ad imparare e vedo che le viene cosi naturale sforzarsi a leggere e scrivere.
Ma perchè è sempre stata molto curiosa! 

Questo blog è soprattutto il nostro diario di bordo.
E così, mi segno la data di domenica scorsa come quella della prima parola letta: 02.11.14.
prima parola : "bloggalline". 
#whatelse ^_^



Vaty




venerdì 31 ottobre 2014

Manzo con i Bok Choy


Un pò di tempo fa avevo postato su facebook la foto dei bok choy,
una verdura orientale molto simile esteticamente alle nostre bietole. 
Dopo l'estate passata in Thailandia, in cui ci siamo letteralmente tuffati nei sapori tipici, avevo una gran voglia di rimangiare i pak choi, i choy sum e il kai lan (le verdure in alto a destra di questa foto). 
Qui, in Italia, non si trovano facilmente ma giusto un pò di tempo fa ho trovato il loro fratello minore: i "bok choy" !
(I pak choi sono più grandi, hanno il gambo più sottile e allungato e le foglie più lunghe, mentre i bok choy sono dei ciuffi raccolti, più duri, con foglia più corta e gambo più tozzo).
E così, ho soddisfatto la mia voglia thai con questo piatto inventato al momento :)





Manzo coi bok choy
(per 2 persone)
300 g di carne di manzo tagliata in modo sottile (come delle stricse) (scegliete la migliore qualità)
2 cucchiai di salsa di pesce thai
2 cucchiaio di salsa di soia thai
2 cucchiai di olio di arachidi (o girasole)
1 spicchio di aglio
5 bok choy
2 cucchiai di zucchero
peperoncino q.b.
1/4 bicchiere di vino bianco
basilico/menta

1. Marinare la carne con un cucchiaio di salsa di pesce e un cucchiaio di salsa di soia per almeno 5 minuti.
2. In un wok (per me il WOK LAGOSTINA) o in una padella larga, scaldare l'olio e l'aglio.
3. Aggiungere le foglie del bok choy (che diverranno subito morbide) e quindi unire la carne.
4. Cuocere a fuoco alto per qualche minuto, unendo il resto della salsa di pesce, la salsa di soia thai, infine lo zucchero e il peperoncino (per me fresco). Aggiustare eventuale con altra salsa di soia dipende molto dalla marca, io uso sempre questa)
5.  Sfumare con il vino.
6. Guarnire con foglie di basilico o menta e servire accompagnando con riso bianco Jasmine (non salato).

(per la ricetta dei soli pak choi, vedete anche il sito: aniceconstelle)


Oggi è venerdì ed è da un pò che non partecipo più all'appuntamento del 100% Gluten Free (Fri)Day.

Oggi, però, partecipare è doveroso..
perchè vorrei far sentire tutto il mio affetto ad un'amica speciale.. 
Stefania di Cardamomo & co che in questi giorni ha avuto bisogno di taaaanto sostegno <3
E così, dedico a lei e a tutti lo staff del 100% Gluten Free (Fri)Day questo posto.


***



Oggi è halloween e andrò a prendere Sofie dopo scuola!
Insieme alle altre mamme abbiamo organizzato una merenda "mostruosa" per le nostre figlie! 
#solocosebelle :-)


Buon week end a tutti!!

Vaty 



lunedì 27 ottobre 2014

Ischia e i Food Blog Awards 2014



Tutto è incominciato qualche mese fa.
Grazie ad Alessandra, un giorno, mi contattò Rossella di Malvarosa Edizioni.
Rossella è una grande sognatrice. E' il genere di donna che amo. 
Quel genere di donna capace di trasformare i sogni in realtà.
Rossella mi disse che quest'anno, per i Food Blog Awards 2014, sognava grandi cose. 
Una partecipazione massiva da parte del web e una cerimonia di premiazione in una delle isole più belle d'Italia: Ischia.
Dopo mesi di lavoro, quel sogno divenne realtà.
E io, oggi, a distanza di 1 settimana dal rientro da Ischia e da questi Food Blog Awards 2014, ho ancora Ischia nella mia mente.
Ischia on my mind...


Io, che l'anno scorso non osai nemmeno partecipare, quest'anno mi sono ritrovata dall'altra parte della barricata, 
ad ammirare i blog più belli del web.
Avrei voluto tantissimo partecipare ma quando mi è stato richiesto di entrare in giuria e vagliare insieme i criteri di valutazione e giudizio, sono stata felicissima e mi sono sentita molto lusingata. 
Io, che da sempre, amo le regole, i criteri, le garanzia del giusto e del corretto.
E così, dopo la proclamazione dei vincitori via web, siamo tutti partiti alla volta di Ischia per la cerimonia ufficiale di premiazione.
E Ischia ci ha accolti cosi:

Confesso che era la nostra primissima volta sull'isola.
Sono partita con Sofia e il Pittore venerdì mattina e, arrivati a Napoli, abbiamo raggiunto tutte le altre vincitrici del concorso: Rebecka, Chiara, Elisa, Marianna, Teresa e molte altre. 



Odio doverlo confessare: ma è cosi bello gioire con le persone che reputi ormai, dopo 4 anni di blog, amiche!
Si perchè se c'è una cosa che dà un senso a tutto questo "passatempo" 
è la possibilità di vedere dal vivo le persone con cui condividi tutti i giorni foto, post e ricette!
Insomma, ritrovarsi poi in un posto così meraviglioso tutte insieme amplifica ogni emozione!
Così come è stato bellissimo abbracciare per la prima volta molte bloggers che segui da sempre (sì, Ida, parlo proprio di te!) o di molte altre che ti hanno conquistata al primo click (Alice e Valentina!).




Rossella e Massimo di Malvarosa Edizioni nonchè Imperatore Travel ci hanno riservato delle sorprese incredibili:
dalle eccellenti degustazioni locali alla sessione in cucina con lo Chef stellato Nino di Costanzo de Il Mosaico del Hotel Terme Manzi!
Dalle terme del nostro hotel (Central Park) a quelle del meraviglioso parco del Negombo.

(Dallo Chef Nino di Costanzo, ristorante il Mosaico del Hotel Terme Manzi, Ischia)
(foto di Malvarosa Edizioni - serata di apertura)


Ringrazio per la fiducia e per l'affetto, Massimo del Verde e Rossella Guerracino di Malvarosa Edizioni (e tanti saluti anche al vostro bimbo da parte di Sofie!!)
Ringrazio la Giuria con cui ho condiviso una esperienza davvero speciale:
- il Presidente di Giuria Prof. Agostino Cattaneo, docente presso l’Università Bocconi di Milano;
- Donatella Bernabò Silorata, giornalista del gruppo Espresso La Repubblica e nostra grande "Cicerone" alle Terme di Negombo;
- Miriam Bonizzi, responsabile dell’area blog di Malvarosa Edizioni;
- Alessandra Scollo, cara amica e autrice del libro “Le merende di Mamma Papera”;
- Monica Zacchia, ormai la mia compagna di viaggi, di blog e di.. avventure di vita ;)

(Massimo Del Verde, io, il Prof. Agostino Cattaneo e Monica Zacchia - foto di Malvarosa Edizioni)


La premiazione si è svolta ad Ischia, dal 16 al 19 ottobre 2014 grazie a Imperatore Travel, main sponsor dell'evento.
Un ringraziamento speciale a chi ha creduto in questo progetto di valorizzazione dei food blogger: 
in primis la Casa Editrice Malvarosa Edizioni e Dipunto studio
ma anche Fratelli La Bufala, Pastificio di Martino, Pietratorcia e Grangusto.



Congratulazioni ancora a tutti i vincitori, sia quelli che erano presenti a Ischia, sia alle care Amiche rimaste a casa.
Qui la lista dei
MIGLIORI FOOD BLOG DEL 2014.. congrats, pals!!
BABY FOOD
Menta Piperita & Co.


BEST WRITING
Arabafelice in cucina!(per la quale ho ritirato personalmente il premio!) ** Aria in Cucina Il blog di cucina di Aria  **  Miss Becky's Cottage


BEST COOKING BLOG
Trattoria da Martina ** Pensieri e pasticci ** Il cucchiaio d'oro ** La cucina dello stivale  ** Caramel a la fleur de sel


BEST DESIGN
Occhiovunque
BEST FOOD & FASHION


Chiarapassion  **  Taste of Runway
BEST FOOD FOTOGRAPHY

Ida briciole in cucina  **  Like Eat  **  Panedolcealcioccolato **  Scatti Golosi


BEST FOOD TRAVEL

A Gipsy in the kitchen ** Il Fior di Cappero

BEST GREEN FOOD
Mipiacemifabene

BEST SWEET FOOD
Il Laboratorio delle Torte ** Cappuccino e Cornetto ** La tana del coniglio

BEST WINE & DRINK 
Carlo Zucchetti 





***

E ora vi lascio con le ultime chicche.
La domenica mattina, ripartimmo da Ischia prestissimo, giusto all'alba!
Ero un pò dispiaciuta... ma a rivedere queste foto, posso dire che ne è valsa la pena.
Da sempre io e il Pittore cerchiamo di fotografare l'alba ^_^
Ecco.. qui ce l'abbiamo fatta! 
(le foto NON sono ritoccate!)



Gli ultimi scorci di Ischia e di Procida, proprio al sorgere del sole...

Non è meraviglioso.. ? ^_^


Grazie per essere passati di qui.

Vaty





martedì 21 ottobre 2014

#TOP CHEF 2014 e il mio Riso Nero Thai Style AL TG2!




In questi giorni, sto facendo tutto fuorchè l'avvocato ;-)
Infatti, ieri, lunedì 20 ottobre, dopo essere passata in Procura per i soliti incombenti di lavoro, anziché rientrare in studio, mi sono diretta a.. Milano!
Destinazione? BUGATTI per l'evento #TOP CHEF 2014!


(Emanuele Patrini, io, Maestro Luca Montersino, Giovanna Hoang, Monica Zacchia e Fedora D'Orazio)

TOP CHEF è la kermesse promossa da Madi Ventura - azienda leader nel settore della frutta secca - che, giunta alla sua 5a edizione, quest'anno ha voluto celebrare il suggestivo binomio arte e alta cucina e, per l'occasione, il pittore Marcello Scuffi ha dedicato un importante dipinto, realizzato in edizione speciale e riprodotto in tiratura limitata per i migliori Chef italiani che hanno formulato ricette tricolori di talento.

Presenti gli chef più importanti del panorama italiano, basta guardare qui:
(I Top Chef 2014)

Io ero emozionatissima. Vederli tutti insieme è stata un'esperienza incredibile.
Durante l'evento molti di loro hanno ricevuto in premio "sculture" particolari! Qualche esempio? Il primo grembiule variopinto di Moreno Cedroni, il vecchio strumento con cui Antonino Cannavacciuolo tagliava i ricci. Mentre per Luca Montersino la sua prima frusta e per Andrea Fusco la prima insegna in latta di Giuda Ballerino.


E mentre tutto ciò aveva luogo, mentre i Top Chefs rilasciavano alla stampa interviste e chicche, c'eravamo noi 4 "top bloggers 2014" (o meglio, tap per quanto mi riguarda:), scelte da Ventura  per partecipare a questo evento come "4 personaggi in cerca d'autore", o meglio in cerca del consenso dei grandi Maestri. :-)

Monica Zacchia, Giovanna Hoang, io e Fedora D'Orazio)

Ognuna di noi era stata contattata da Ventura per fare un piccolo showcooking, in particolare ci avevano chiesto di interpretare un risotto.
Ecco, in quel momento mi sono detta: "E ora come me ne esco?" 
Cioè io, il risotto non lo so proprio fare.. !



Per fortuna, oltre al riso carnaroli, avevo a disposizione anche il riso nero Artemide, cioè il "Riso Buono" dell'Azienda Agricola Luigi e Carlo Guidobono Cavalchini
E così, mi sono detta: "bhè, allora andiamo di riso nero, magari qualcosa in Thai style!"
E così è stato.

(Le mandorle a lamelle che ho utilizzato per il mio riso thai)


Ho portato da casa qualche ingrediente thai e, al momento, ho improvvisato la seguente ricetta:


"Riso nero Artemide con lemongrass, salsa di ostriche e thai spring onions accompagnato da "fiore" di prosciutto essiccato thai con scaglie di mandorle tostate Ventura e coriandolo"
(foto iphone)

Ingredienti per 2
Riso nero Artemide (3 tazzine)
2 cucchiai di olio evo 
10 fettine di lemon grass
5 rami di spring onion sminuzzati (cipollotto thai), comprensivo della parte verde
1 cucchiaio di salsa di soia light thai
2 cucchiai di salsa di ostriche thai
1 cucchiaio di zucchero
una manciata di mandorle a lamelle (Ventura )
prosciutto essiccato thai
coriandolo

Procedura
1. Sciacquare il riso in abbondante acqua per 2-3 volte. Cuocere in abbondante acqua (non salata) per 35 minuti dall'ebollizione. Scolare.
2. Intanto tostare le mandorle a lamelle e metterle da parte.
3. In un wok, far rosolare il lemongrass con 1 cucchiaio di olio, aggiungendo qualche goccia di salsa di soia thai. Cuocere per circa 10 minuti a fuoco basso e mettere da parte.
4. Nello stesso wok, aggiungere 1 cucchiaio di olio unitamente allo spring onion thai, cuocere per qualche minuto e unire il riso cotto e scolato.
5. Aggiungere il lemongrass, la salsa di soia, la salsa di ostriche, lo zucchero e le mandorle tostate (lasciar da parte una piccola quantità) e cuocere a fiamma alta mescolando il riso per 4-5 minuti (questo riso NON scuoce).
6. Spegnere il fuoco e comporre il piatto: sopra al timballo di riso, aggiungere le mandorle, lo spring onion fresco (sminuzzato e comprensivo della parte verde) e il coriandolo. Nello stesso piatto comporre un fiore con il prosciutto essiccato thai, scaglie di mandorle al centro e gambo di coriandolo.

English Version  (for 2) 
Riso Nero Artemide (Black rice)
2 tablespoons of Olive extra vergin oil
10 slices of lemon grass
5 spring onions (chop also the green part)
tablespoon of light Thai soy sauce
tablespoons of Thai oyster sauce
tablespoon of sugar
a handful of almonds in slices (Ventura )
Thai dried ham (moo-jong)
coriander


1. Soak the rice in the water and wash it for 2-3 times. Cook the rice in a large pot filled with water (do not put any salt) and cook for 35 mins from boiling. Drain.
2. In the meanwhile toast the almonds and set aside.
3. In a wok, cook the lemongrass together with 1 tablespoon of oil and a tiny bit of soy sauce. Cook for 10 mins and put aside.
4. In the same wok, add oil and cook the spring onions. Add the rice and stir.
5. Add the rest of the ingredients: lemongrass, soy sauce, oyster sauce, sugar and almonds (set aside a small quantity for topping) and stir fry for 4-5  minutes.
6. Set the plate: on the rice pour toasted almonds, fresh chopped spring onions (both white and green part) and coriander. Make a "flower" with the dried ham, almonds (in the middle) and coriander. 

(Io che spiego al TG2 il mio "riso thai")

E così, noi 4 amiche ci siamo ritrovate a cucinare insieme e a impiattare le nostre proposte per chef, giornalisti e appassionati di cucina! 
Qui sopra, c'era un ragazzo simpatico che mi intervistava e mi chiedeva del "prosciutto thai". Ho spiegato che si trattava di una specialità delle campagne thailandesi e ho regalato a lui il pacco che mi era avanzato. Solo dopo mi ha detto che era del TG2.. cioè stavo per svenire! 

 Infine, una giuria composta da questi Top Chef, per una volta dall’altra parte della barricata, ha dato un giudizio alle 4 proposte.
E io.. ho ricevuto in premio una Kenwood direttamente dalle mani del Maestro Montersino (che, da sempre, adoro!). 
Emozionata? No.. poco.. diciamo che non dormo da ieri notte.. ;) 

E tutte noi siamo state premiate con le rinomate Pentole Agnelli:
come dice Monica "i nuovi gioielli di noi donne" :)

GLI CHEF PROTAGONISTI di questa 5a edizione di TOP CHEF 2014:
Andrea Aprea Ristorante VUN del Park Hyatt Milano
Tommaso Arrigoni e Eros Picco Innocenti Evasioni
Manolo Allochis Il Vigneto di Roddi
Stefano Baiocco Villa Feltrinelli
Enrico Bartolini Devero Hotel
Heinz Beck La Pergola
Andrea Berton Berton
Davide Brovelli Il Sole di Ranco
Antonino Cannavacciuolo Villa Crespi
Daniel Canzian Daniel
Moreno Cedroni La Madonnina del Pescatore
Chicco e Bobo Cerea Da Vittorio
Flavio Costa 21.9
Gianni D'Amato Il Rigolettino
Enrico Derflingher Ristorante Armani
Riccardo Di Giacinto All’Oro
Gennaro Esposito La Torre del Saracino
Marco Fadiga Noir, Il Non Ristorante
Andrea Fusco Giuda Ballerino
Paolo Gatta Il Pascia
Giuliana Germiniasi Capriccio
Alfio Ghezzi Locanda Margon
Marta Grassi Ristorante Tantris
Pietro Leemann Joia
Leandro Luppi Vecchia Malcesine
Franco Madama Inkiostro
Valentino Marcattilii e Massimiliano Mascia San Domenico
Luca Marchini L'Erba del Re
Alessio Mecozzi CastaDiva
Luca Montersino iCook
Davide Oldani D’O
Marco Parizzi Parizzi
Marco Sacco Il Piccolo lago
Silvio Salmoiraghi Acquerello
Elio Sironi Via Ceresio 7 

LE BLOGGERS PROTAGONISTE
Monica Zacchia di Dolci Gusti
Cran Berry di Cappuccino e Cornetto
Giovanna Hoang di Like Eat
Vaty Suvimol di A Thai Pianist


Ringrazio Ventura, Riso BuonoPentole Agnelli e Kenwood per la fiducia, stima e affetto.
E ringrazio tutte le mie amiche bloggalline per il supporto e il tifo.
Grazie di cuore. 

Vaty


QUI il link di Informacibo.
QUI il racconto di Cran Berry di Cappuccino e Cornetto.
QUI il racconto di Monica Zacchia di Dolci Gusti.

e QUI il breve reportage del.. TG2 Costume e società! 
(puntata del 21.10.14)






LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...